Subito energia pulita per Bologna!


Qualunque programma politico serio non può prescindere dai dati scientifici che dimostrano come le temperature a Bologna sono
cresciute di oltre un grado in meno di trent’anni (+2 gradi in estate) e le precipitazioni sono cambiate moltissimo concentrandosi in
meno giorni, ma con maggiore intensità. Questo è riconducibile alle emissioni climalteranti, per l’uso massiccio di fonti fossili finalizzate alla produzione di energia che, in Emilia-Romagna, viene quantificato in 8,5 tonnellate di CO2 per abitante (+20% rispetto alla media nazionale).

La lotta all’emergenza climatica, di cui il recente sondaggio delle Nazioni Unite evidenzia la grande preoccupazione soprattutto nei giovani : https://www.repubblica.it/green-and-
blue/2021/01/27/news/clima_il_sondaggio_piu_grande_per_il_64_e_un_emergenza_globale_vogliamo_risposte_immediate_-284326073/

si fa a livello globale e locale con interventi di mitigazione ( riduzione delle emissioni) e di adattamento (per sopportare nel modo
più contenuto possibile gli estremi del nuovo clima).


Le analisi delle emissioni ci dicono che la questione più importante da affrontare con la massima urgenza è quella dell’energia. A
Bologna e in regione la stragrande maggioranza dell’energia prodotta e utilizzata è fossile ( metano e prodotti petroliferi – vedi rapportoenergia pubblicato da Arpae) con un forte impatto anche sull’inquinamento atmosferico che affligge la val padana e Bologna.


Le parole chiave da utilizzare velocemente per affrontare questi temi sono due: elettrificazione ( sostituire tutti gli impanti a
combustioni per il riscaldamento e la mobilità) e rinnovabili diffuse come per esempio i grandi posteggi delle aziende di trasporto
o dei centri commerciali. Lo schema seguente tratteggia in modo qualitativo la transizione energetica indispensabile ad avviare la riconversione di Bologna e del suo territorio metropolitano.


Transizione energetica Oggi Domani

Produzione elettrica Gas Fotovoltaico + accumulatori
Edifici privati e commerciali Caldaie a gas Coibentazione + pompe di calore
elettriche + accumulatori

Trasporti pubblici e privati
(Persone e merci)

Motori a scoppio,
petrolio

Motori elettrici + fotovoltaico
Industria, artigianato Gas Fotovoltaico + accumulatori
Affrontare la questione energetica ha quindi anche importanti risvolti sanitari perché tende a migliorare la qualità dell’aria che
respiriamo.
Barbara Fabbri e Alessandro Fabianelli
Co-portavoce di Verdi – Europa Verde Bologna
Vittorio Marletto
Climatologo-Coordinatore del Comitato tecnico scientifico di Verdi-Europa Verde Emilia-Romagna

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.